Vinz Blow: soffia come il vento del Salento

Vinz Blow
Vinz Blow in un frame dal videoclip della canzone Champagne. Via: Youtube.
Tempo di lettura: 3 minuti

Presentazioni:

Vinz Blow è il nome d’arte che ha scelto per sè un giovane volto della musica italiana: Vincenzo Gioffredi Faggiano.
Vincenzo Gioffredi Faggiano nasce a Latiano, in provincia di Brindisi in Puglia, nel 1996. Vinz Blow “nascerà” solo anni più tardi, dopo essersi nutrito dell’aria e del calore del sud ed essere cresciuto tra la musica del posto e del mondo.
Giovane promessa della musica contemporanea, dalla Puglia (cui è evidentemente legato), Vinz Blow sta avanzando, con il suo passo deciso, lungo la strada musicale italiana.
Nel 2017 assieme al conterraneo Zigla (Matteo Mignogna), ha dato vita a un progetto musicale: il duo Zigla & Vinz Blow (per l’appunto).
Dopo la collaborazione artistico-amicale con Zigla, ha ripreso il suo percorso in “solitaria”. Che poi, sappiamo, in ambito artistico non si è mai soli e le collaborazioni sono, in parte, aria fresca per l’artista.

La musica: tra fitti testi, ritmi trascinanti e un caldo sound

La musica di Vinz Blow ha vari influssi. A predominare tra i tanti generi che la sua musica ci offre, sono il Pop Soul, il Contemporary R’n’B e l’Hip-Hop. Questo è ciò che ad un attento ascoltatore può risultare.
Tutti i succitati sono generi che uniscono Vinz Blow a un grande numero di artisti e, tra questi, degno di menzione è senz’altro Neffa, la cui voce piena di calore sembra fare da guida, da mentore, o comunque da traccia alla voce altrettanto calda e rassicurante del più giovane e, ancora in parte, in erba Vinz Blow.
In questo sfondo, fatto di un sound caldo, si stagliano fitte tante parole, quelle che l’artista usa per comunicare il suo messaggio, che molto spesso è schietto, diretto e non fa sconti, servendosi, a volte, di un turpiloquio tutto sommato mai volgare.

Vinz Blow
Vinz Blow in un frame dal videoclip della canzone ”Champagne”. Via: Youtube.

Il percorso musicale attraverso alcuni dei suoi singoli: Champagne e BLOW

Champagne [prod. Meckbill] è una canzone del 2017. Una musica che passa da momenti rilassati ad altri più ritmati, crea un’atmosfera che fa da sottofondo alle accorate parole di Vinz Blow. Una vera e propria danza, composizione armoniosa di passi lenti e altri più veloci.
In fin dei conti questa, è una canzone d’amore, in cui l’autore augura a sè e agli altri di vivere una vita vera lontano dalle illusioni.
“Il sogno di una ebbrezza di valori mai perduti” fa percepire il calore delle cose antiche, dei rapporti veri. Tra ricordi di dolori passati e speranze per il futuro, Vinz Blow muove le sue parole in questa canzone, augurandosi di poter sorseggiare Champagne alla faccia di chi lo vorrebbe in lacrime e a coronamento, perché no, della realizzazione di sogni e successi a venire.

BLOW è il singolo più recente, del 2020.
E’ una musica piena di energia, che esplode trascinando in un ballo incontrollabile. Inizia con sapori quasi arabeggianti, prosegue con variazioni di ritmo per poi procedere a passo sostenuto, crescere e sfociare infine in un una musica ballabile in discoteca.
Senz’altro molto orecchiabile e potente.
Oltre al grande livello energetico che la canzone veicola, degne di nota sono due particolarità. In primis la mescolanza che Vinz Blow organizza in modo armonioso, tra lingua italiana, lingua inglese e dialetto salentino.
In secundis, l’uso del sopra menzionato turpiloquio che, come detto, non esita in volgarità ma sottolinea la forza del suo messaggio.

Qui allego il link del suo ultimo singolo: BLOW https://www.youtube.com/watch?v=oQkjlck8QRc

Conclusioni: Vinz Blow non ha un genere

In fin dei conti, al di là di tutte le osservazioni fatte sopra o di analisi varie, Vinz Blow non ha un genere musicale in cui incasellarlo a forza.
Parafrasando le parole che Vincenzo stesso utilizza su Spotify per descrivere la sua musica, potremmo concludere che ogni nota che compone le sue canzoni è dettata dalle sue emozioni e dai suoi stati d’animo.
Ci regala dunque la sua genuinità e, alla fine del suo singolo Blow, anche un bell’ululato. Nulla da invidiare al più famoso ululato, che si fa sentire nel film Frankenstein Junior.