Demoni: un successo cinematografico di Lamberto Bava

Demoni
Tempo di lettura: 2 minuti

Trama 

A Berlino, sottoterra, lungo il percorso della metropolitana, un ragazzo che indossa una singolare e orribile maschera metallica distribuisce ai passeggeri degli inviti omaggio per un’anteprima cinematografica, che si terrà in un cinema chiamato Metropol. Ovviamente si tratterà di una pellicola del Terrore.

La gente che ha ricevuto il biglietto gratuito si reca così al cinema e assiste alla proiezione del film.

In questa pellicola si racconta una storia imperniata su un’antichissima maschera dai poteri nefasti, simile a un altro modello della stessa esposto nell’atrio della sala cinematografica.

Proprio l’aura magica emanata da questa sinistra maschera, sembra essere la causa del brusco passaggio dalla finzione dello schermo alla realtà di un orrore che quasi subito si propaga tra gli spettatori presenti in sala.

”Demoni” è un film che si svolge senza esitazioni dentro il cinema Metropol dove regna una terribile maledizione. Quella che sembra una serata tranquilla diventa un orrore senza fine con l’apparizione di demoni assetati. Durante la sua visione si crea un stato di ansia e claustrofobia: coloro che sono all’interno del cinema infatti, sono completamente isolati mentre questo strano morbo si diffonde.

” Demoni ” arriva nelle sale 

Demoni e uno dei film più conosciuti di Lamberto Bava diventando così uno dei film cult del genere horror. Il film arriva per la prima volta nelle sale italiane il 04 Ottobre 1985. Nonostante la critica il film ha un boom di vendite, rendendolo il 39º più alto incasso dell’anno in Italia, superando anche film come: L’occhio del gatto e Unico indizio la luna piena. Il film di Bava inizia nello stile di Dario Argento.

Gli effetti speciali di Sergio Stivaletti sono a dir poco stupendi mentre raccontano la trasformazione dei demoni. Effetti che ormai sono passati alla storia. La musica è un punto fondamentale del film. Le composizioni originali sono state scritte dal tastierista dei Goblin: Claudio Simonetti, mentre gli altri brani presenti nella colonna sonora sono stati realizzati da artisti rock e metal del periodo. La voce “tribale” nel brano Demon è di Rick Springfield. Nella versione americana del film, è stato incluso il brano Night danger dei Pretty Maids al posto di Dynamite degli Scorpions. 

Alcune curiosità:

-Il successo di Demoni e stato replicato con il sequel Demoni 2…l’incubo ritorna – anche questo diretto da Lamberto Bava e prodotto da Dario Argento.

– In alcuni Paesi, il film La chiesa – sempre prodotto da Argento – è stato distribuito con il titolo Demons 3 e spacciato quindi per il terzo film del franchise horror. Successivamente Lamberto Bava ha spiegato che La chiesa era stato concepito effettivamente come un terzo capitolo di Demoni, poi Michele Soavi ha voluto realizzare un film dalla storia indipendente dalla serie.
-Girato in: 35 mm. Proiettato in: 35 mm. Rapporto immagine: 1,66 : 1. Colore: a colori. Formato audio: Dolby. Lingua originale: inglese e italiano.

– Lamberto Bava ha dichiarato che Demoni è il suo film preferito, tra quelli da lui diretti.

– Bobby Rhodes che in Demoni interpreta il protettore di due prostitute, torna nel seguito del film, Demoni 2 in un ruolo completamente diverso, ovvero quello dell’istruttore di una palestra.

Be the first to comment

Leave a Reply